Parliamo di… Coraggio

Por Jeremy Godwin

Cos’è il coraggio? In che modo aiuta la tua salute mentale? E come si costruisce più coraggio? È di questo che parlo questa settimana su… Parliamo di Salute Mentale — il podcast settimanale sulla cura della tua salute mentale, con idee semplici che puoi mettere subito in pratica.

Quindi, mettiti comodo e parliamo di salute mentale…

Ascolta ora l’episodio del podcast nel lettore Spotify di seguito o continua a leggere per la trascrizione completa.

Trova collegamenti ad altri servizi di podcasting disponibili qui. Nota: l’audio dell’episodio è disponibile solo in inglese.

Oltre al mio podcast, pubblico video sul mio canale YouTube ogni mercoledì (martedì pomeriggio in Nord/Sud America). Questa settimana: 5 semplici modi per combattere lo stress (in inglese, con sottotitoli in inglese).

Guarda la puntata di questa settimana qui sotto o visita il canale su YouTube:

Questo episodio del podcast è stato originariamente rilasciato il 8 maggio 2022.

Ciao e benvenuto all’Episodio 130 e grazie mille per esserti unito a me!

Sono Jeremy Godwin e parlo di come prendersi cura della propria salute mentale. Ho avuto un esaurimento nervoso nel 2011 che mi ha portato ad un periodo di grave ansia e depressione, e questo mi ha fatto intraprendere in viaggio per saperne di più sulla mia salute mentale. Così ho cominciato il mio percorso e ho preso una laurea in psicologia e sociologia, e ora mi dedico a fornire ciò che non riuscivo a trovare quando ne avevo bisogno: semplici consigli su come prendersi cura di sè e migliorare il proprio benessere mentale, da qualcuno che capisce davvero cosa si prova a vivere momenti di crisi e sfide quotidiane. In ogni episodio mi concentro su un argomento specifico ed esamino in che modo migliorare quell’aspetto del tuo benessere.

Questo episodio è tutto incentrato sul coraggio e parlerò di cos’è (e cosa non è)  il coraggio, perché il coraggio è importante e come trovare più coraggio per affrontare le sfide e superarle. Allora, parliamo!

Introduzione

Per oltre cento anni, nell’architettura c’è stata di nascondere le brutte infrastrutture, come prese d’aria della metropolitana e nodi di distribuzione dell’energia, con facciate finte che le fanno mimetizzare nel paesaggio stradale – ce ne sono molti esempi nelle grandi città come Londra e Parigi. Cosa diavolo ha a che fare con la salute mentale, chiedi? Bene, lascia che te lo dica!

Comincio con quel riferimento apparentemente casuale perché quando si costruisce una facciata, questa ci permette di controllare il modo in cui il resto del mondo ci vede… ma cosa sta succedendo davvero sotto la superficie? Così spesso ci mettiamo una maschera che ci rende più forti e fiduciosi, ma il vero coraggio sta nell’essere sinceri con se stessi riguardo tutto ciò che sta sotto la superficie; i nostri alti e bassi, i nostri trionfi e le nostre sfide, le nostre vittorie e le nostre sconfitte.

Dico tutto questo in anticipo perché per così tanto tempo ci è stato insegnato che possiamo essere uomini e donne di successo solo essendo forti e resilienti tutto il tempo, ma la vita è più complessa e sfumata di così; avrai giorni belli, giorni brutti e avrai giornate così così. Quando neghiamo questo fatto e cerchiamo di dare al mondo una facciata di perfezione, di solito finiamo per renderci la vita molto più difficile; puoi mettere in mostra tutta la felicità e il successo che vuoi, ma se in realtà stai lottando, sarà sempre più difficile mantenere quell’impressione. Il vero coraggio sta nel trovare la forza per essere schietto, vulnerabile e onesto con te stesso, e anche con gli altri… ed è quello che sto esplorando oggi.

Quindi cominciamo con alcune definizioni e parliamo di…

Cos’è il coraggio?

Ed è più spesso definito come l’audacia, o la capacità di fare qualcosa che ti spaventa o di trovare forza di fronte al dolore o al dispiacere (queste definizioni provengono dall’Oxford Dictionary). Ma cosa significa in pratica? Ebbene, per rispondere a questa domanda, vorrei prima dire cosa non è: il coraggio non è assenza di paura; è trovare la forza per andare avanti nonostante le tue paure.

L’avere coraggio non significa semplicemente farsi risucchiare quando stai affrontando sfide o momenti difficili; significa che raccogli la forza per parlare e ottenere il supporto di cui hai bisogno (anche se sembra terrificante) e significa anche avere il coraggio di fare il passo successivo, anche se non hai idea di come sarà il tuo viaggio o se ti senti un po’ spaventato da ciò che ti aspetta. Il coraggio è la capacità di concentrarsi sul momento presente ed essere disposti ad accettare di avere solo il controllo diretto su di sè e su ciò che si sceglie di fare o non fare in questo momento. Perché per andare avanti, devi abbandonare ogni speranza di controllare le cose che non puoi controllare e concentrarti invece su ciò che puoi controllare: te stesso e le scelte che fai. E non c’è da stupirsi che ci voglia coraggio, perché è assolutamente terrificante accettare tutto questo!

Ecco il punto: ogni passo che fai porterà a quello successivo, e se ti ritrovi a concentrarti su passi troppo avanti, puoi essere sopraffatto molto rapidamente. Lascia che ti faccia un esempio casuale. Diciamo che vuoi fare paracadutismo (anche se non ho idea del perché, ma ehi! Ognuno per conto suo…). Decidere di farlo potrebbe richiedere di trovare il coraggio di accettarlo, ma in realtà è solo il primo passo di un viaggio molto più lungo. Prima devi trovare il coraggio e di fare l’uomo duro e prenotare i biglietti, poi ti dirigi all’aerodromo il giorno del lancio, magari te la fai sotto ma poi ti ripredni e vai davanti all’aereo, e poi fai sistemare tutto il tuo equipaggiamento di sicurezza… tutto questo ha richiesto molto coraggio, ma resta il fatto che non succede assolutamente nulla finché non raccogli le forze per fare il passo più importante: quello in cui ti spingi per saltare fuori dall’aereo in mezzo al cielo. È allora che il viaggio inizia davvero; non quando fai tutti i preparativi, ma quando salti davvero. Ecco com’è la vita; trovare il coraggio di saltare ancora e ancora anche quando ti senti spaventato (anche se, per fortuna, questo di solito significa saltare con molte meno possibilità di andare ‘splat’ alla fine, motivo per cui mi rifiuto di provare il paracadutismo).

Quindi, partendo dalle mie casuali analogie sul paracadutismo, parliamo di…

Perché il coraggio è importante

E importa perché tutto ciò che vale la pena avere nella vita comporta qualche elemento di rischio; se non rischi mai, non crescerai mai. Quasi tutto ciò che facciamo implica correre rischi, argomento dell’episodio 5, in cui ho parlato della mia esperienza nel correre rischi avviando questo podcast nell’ottobre 2019 e ora, due anni e mezzo dopo, creo podcast e video su YouTube ogni settimana, il che amo assolutamente fare- niente di tutto ciò sarebbe successo se avessi solo giocato sul sicuro e non avessi mai corso rischi.

Vorrei citare un articolo di Verywell Mind sul coraggio. La citazione è:

“Essere più coraggiosi nella tua vita ti aiuterà a rispondere in modo appropriato alle sfide e a realizzare cose positive nella tua vita. Ma ci vuole lavoro per andare oltre le proprie paure. In effetti, essere coraggiosi significa riflettere, esaminare i rischi e le ricompense e agire nonostante la paura che inevitabilmente si instaura. Inoltre, il coraggio ti dà il potere di inseguire le cose che sono importanti per te. Rafforza anche la tua autostima e ti permette di credere nelle tue capacità”.

Il link dell’articolo è nella trascrizione (https://www.verywellmind.com/7-ways-to-feel-more-courageous-5089058) che troverai sul mio sito Web all’indirizzo lettalkaboutmentalhealth.com.au/episodes .

L’ho condiviso perché tutto ciò che è al di fuori della tua zona di comfort sarà spaventoso e potrebbe potenzialmente innescare le tue paure e insicurezze (argomenti che ho trattato rispettivamente nell’episodio 10 e nell’episodio 35), ma il fatto è che le navi non sono state costruite per stare al sicuro nel porto e tu non sei nato solo per nasconderti dal mondo; devi correre dei rischi per metterti alla prova, perché è questo che ti aiuta a crescere.

Senti, ho capito, a volte è davvero difficile trovare il coraggio di fare cose che ci fanno sentire a disagio o addirittura terrorizzati, ma qual è l’alternativa? Sedersi a casa e sperare che le cose migliorino magicamente? Odio dirti questo, ma non accadrà! Hai più speranze di vincere alla lotteria che non che ciò accada. Mi metto in gioco ogni settimana e condivido molte cose profonde e personali, e so che c’è sempre il rischio di essere frainteso o che le persone critichino le mie scelte – come è successo la mattina in cui stavo scrivendo questo episodio, in cui qualcuno su YouTube ha deciso di dirmi che la mia decisione di non parlare con mia madre era la prova che le mie conoscenze sulla salute mentale non erano efficaci. Ora non ho intenzione di fingere che quel commento non sia stato uno schiaffo in faccia e altamente giudicante, perché lo era ed ero anche piuttosto incazzato, ma il fatto è fa parte del gioco (detto questo, mi spieghi perché i perfetti sconosciuti pensano che i social media diano loro il diritto di commentare come scelgo di vivere la mia vita?! Ma questa è una conversazione per un altro giorno…). Se provi a nasconderti da quel tipo di commenti negativi, o dalle cazzate generali che alcune persone amano sparpagliare, allora non vedrai mai tutte le cose buone; per me, il 99,9% dei feedback che ricevo è estremamente positivo e quindi mi concentro solo su quello (e lasciami dire ora che in realtà non sono così arrabbiato per il commento ignorante che ho ricevuto, anche se ero decisamente infastidito ma principalmente perché Ho un vero problema con le persone che proiettano i propri giudizi sugli altri; comunque lo condivido solo perché era un esempio perfetto di quello di cui stavo già parlando questa settimana!). Andare avanti…!

La vita può essere spaventosa e abbiamo davvero solo due scelte: soccombere alla paura e nasconderci, cercando di proteggerci dalle cose ma sentendoci sempre più infelici perché non stiamo crescendo ed evolvendo, oppure possiamo scegliere di raccogliere il coraggio per provare cose nuove e fare piccoli passi per affrontare le nostre sfide. È uno dei motivi per cui amo così tanto l’Eurovision Song Contest; ci vuole tanto coraggio ad alzarsi ed esibirsi davanti a un pubblico di oltre 183 milioni di persone in tutto il mondo (fonte: https://eurovision.tv/story/183-million-viewers-welcome-back-the-eurovision-song-contest) ma, così facendo, i concorrenti possono portare tanta gioia agli altri. Puoi farlo anche tu. Voglio dire, non deve essere la competizione all’Eurovision; puoi trovare il tuo modo di fare le cose che ti appassionano e che ti spingono fuori dalla tua zona di comfort, ed è questo che ti aiuta a crescere. E, come nota a margine, se ti stai chiedendo perché sto parlando casualmente di Eurovision è perché andrà in onda l’8 maggio e l’edizione 2022 è tra pochi giorni, quindi sono molto esaltato… questo è il mio periodo preferito dell’anno! Il che richiede molto coraggio per ammetterlo ad alta voce, quindi non giudicarmi!

L’altra cosa che voglio dire sul perché il coraggio è importante riguarda in modo specifico la salute mentale (divertente, considera che questo podcast parla di salute mentale!)… il coraggio sta per entrare e illuminare tutte le cose che potresti non essere disposto ad ammettere, anche a te stesso. E non solo, si tratta di trovare la forza di parlare di ciò per cui stai lottando, se stai lottando, perché, come ho detto spesso, più ne parliamo più diventa facile. Aprirti con qualcun altro potrebbe essere difficile o addirittura terrificante, ma è così che creiamo una base di verità ed è così che affrontiamo le cose che sembrano difficili. Tenerlo dentro non serve; devi esprimerlo per farlo andare.

Il lavoro che faccio coinvolge molte persone che trovano il coraggio di aprirsi alle sfide che stanno affrontando nella vita, e questo è davvero un enorme atto di coraggio; ci viene detto fin da giovani di diventare sempre più forti e che il successo si trova solo presentando una corazza di forza e determinazione incrollabile, ma puoi anche essere onesto con i tuoi sentimenti e avere comunque successo. Puoi essere sincero dicendo che magari stai passando un brutto periodo e rimanere comunque un essere umano degno. Puoi essere un po’ distrutto ed essere comunque una persona straordinaria. Non ho altro che il massimo rispetto per chiunque sia pronto ad alzarsi e parlare dei propri demoni, perché la maggior parte delle persone non ha la forza di ammettere che la vita non è tutta unicorni e arcobaleni. È quando diciamo la verità che possiamo illuminare le cose che ci danneggiano, ed è allora che possiamo fare progressi reali , non solo nelle nostre vite, ma anche nelle vite di altre persone che vedono che va bene alzarsi e parlare. E avere coraggio è la chiave per migliorare la tua salute mentale, perché è ciò che ti aiuta a essere determinato e ti spinge avanti.

OK, quindi come fai tutto questo? Bene, entriamo nella parte “come fare a…” di questo episodio e parliamo di…

Come trovare più coraggio

In primo luogo, definisci cosa significa per te il coraggio, perché per sapere su cosa devi concentrarti devi prima avere un’idea chiara di cosa sia il “coraggio” per te. Si tratta di costruire una maggiore consapevolezza di sé (di cui ho parlato nell’episodio 62) e si tratta anche di identificare che tipo di persona si vuole diventare (e ho parlato di crescita nell’episodio 37). Un modo semplice per farlo è con il mio prossimo punto…

Identifica la tua zona di comfort – e questa è un altro elemento riguardo alla consapevolezza di sè, e quello che intendo qui è essere davvero chiaro con te stesso su ciò con cui ti senti a tuo agio rispetto a ciò che ti sembra difficile, perché hai bisogno di averlo chiaro in testa per vedere dove potresti aver bisogno di lavorare. Ad esempio, se vuoi scrivere un libro ma continui a rimandarlo perché sembra troppo grande e spaventoso, la tua zona di comfort in realtà consiste nell’evitare ciò che vuoi fare… il che non ti aiuterà minimamente. Sai cosa succede nella zona di comfort? Restiamo a nostro agio perché poi le cose non cambiano… e non cambia nulla se non cambi nulla (e su questo tornerò tra un minuto). Per prima cosa, discutiamo del mio prossimo punto che è…

Riconosci l’impatto negativo che la paura ha su di te, perché c’è una paura sana (come quella che ti impedisce di giocare con serpenti e ragni) e poi c’è una paura malsana , che è quella che ti impedisce di fare progressi. Quante opportunità ti sei lasciato sfuggire nella vita perché eri troppo spaventato o titubante? Voglio dire, non sto parlando di rimpianti (e ho detto nell’episodio 22 che i rimpianti sono inutili, dal momento che non puoi cambiare il passato; tutto ciò che puoi fare è imparare da esso) ma è importante ricordare a te stesso quella citazione del giocatore di hockey Wayne Gretzky: “sbagli il 100% dei tiri che non fai”. In altre parole, non lo saprai mai se non ci proverai mai… quindi sii onesto con te stesso sul modo in cui la paura può impedirti di correre un rischio calcolato e ponderato ogni tanto (e ho parlato della paura nell’episodio 10). Andando avanti, il mio prossimo consiglio è…

Identifica i tuoi punti di forza – e si tratta di sapere in cosa sei bravo in modo da poter usare i tuoi punti di forza a tuo vantaggio, il che ti aiuta a costruire una maggiore fiducia in te stesso (di cui ho parlato nell’episodio 125). E parlando di autostima, voglio incoraggiarti a essere gentile con te stesso riconoscendo la forza che hai già oggi, anche se è qualcosa che vorresti lavorare ancora di più. Immagino che stai ascoltando questo podcast perché vuoi migliorare la tua salute mentale, e questo richiede forza perché implica ammettere a te stesso che c’è del lavoro da fare, quindi in realtà sei molto più coraggioso di quanto potresti già pensare! E se ti capita di lavorare con uno psicologo o un terapeuta, allora sei ancora più coraggioso… So in prima persona quanto coraggio ci vuole ad aprirsi e mostrare la propria anima a un perfetto sconosciuto, quindi hai il mio rispetto e la mia ammirazione assoluti. A volte non ci rendiamo conto di quanto coraggio abbiamo già; è come il leone codardo del Mago di Oz, che in realtà era incredibilmente coraggioso ma dubitava molto di se stesso (e ho parlato del dubitare di se stessi nell’episodio 104). OK, il mio prossimo consiglio è…

Sfida il tuo status quo – e oltre ad essere una band che esiste da diversi decenni, “status quo” significa come stanno le cose attualmente. Sai come ho detto prima che niente cambia se non cambi niente? È qui che entra in gioco. Perché? Perché rimanere lo stesso potrebbe sembrare un’idea adorabile, ma in pratica non funziona… la vita è cambiamento e il mondo continuerà ad andare avanti con o senza di te, quindi puoi rimanere bloccato nel passato o mescolare le carte per crescere. Ciò significa che devi sentirti a tuo agio nel non sentirti a tuo agio, perché la crescita può essere imbarazzante e spiacevole… ma so che, per me, se non avessi sfidato il mio status quo, lavorerei ancora in ambito aziendale sentendomi completamente infelice (perché non era la soluzione giusta per me o la mia creatività; non c’è nulla di male nel settore aziendale, ma come qualsiasi altra cosa non sarà necessariamente la soluzione giusta per tutti). Spingiti fuori da quella zona di comfort di cui abbiamo parlato prima in modo da poter evolvere. Ci sono alcuni passaggi necessari per farlo, a partire dal mio prossimo punto …

Pensa a ciò che vuoi (o devi) ottenere, il che è importante perché ti aiuta ad avere chiaro ciò che devi fare in modo da poterlo realizzare; per esempio, uscire da una situazione difficile o creare cambiamenti positivi nella tua vita (o entrambi, in realtà!). Prossimo…

Concentrati su ciò che è sotto il tuo controllo diretto, perché puoi controllare solo te stesso e, più specificamente, ciò che fai e dici (o non fai o non dici). Ad esempio, qualcuno mi ha contattato qualche tempo fa chiedendomi hack rapidi su come creare un podcast che sarebbe arrivato tra le prime 40 classifiche, e la mia risposta è stata sulla falsariga di “lavora duro e continua così” ( anche se molto più educato di così) e semplicemente non credo che abbiano accettato il fatto che non ci sono scorciatoie che forniscono risultati sostenibili perché tutto ciò che puoi fare è concentrarti su ciò che è sotto il tuo diretto controllo: cosa fai e cosa dici . Quindi condivido quella storia con te come occasione per dire di non cercare scorciatoie o cercare di convincere le altre persone a fare quello che vuoi che facciano; inizia da te e concentrati su te stesso. Quando lo fai, sei in grado di trovare un coraggio sempre maggiore perché vedi i risultati positivi che ne derivano. OK, il prossimo…

Inizia in piccolo , perché non sarai in grado di fare tutto in una volta; semplicemente non è realistico e certamente non è sostenibile! Devi imparare a camminare prima di poter correre, quindi inizia dal punto in cui ti trovi ora e concentrati su ciò che puoi fare oggi con ciò che hai costruito nel tempo. Lo dico perché ovviamente è facile pensare 14 passi avanti, ma se non hai ancora le capacità per il passaggio 14, ti sembrerà piuttosto terrificante e questo ti tratterrà. Pensi che avessi idea di cosa stessi facendo quando ho iniziato questo podcast alla fine del 2019 o il mio canale YouTube all’inizio del 2021? Non ne avevo idea e sto ancora cercando di capire le cose mentre vado! Come l’ho fatto (e come puoi farlo anche tu) lo dice il mio prossimo punto…

Sii proattivo nell’apprendimento di nuove abilità , perché quando impari, cresci; è così semplice. Non devi sapere tutto nella vita, devi solo sapere dove scoprire come fare le cose che vuoi fare e poi dedicare tempo e sforzi per imparare a farle. È noioso, lo so, ma è vero! A proposito, il punto successivo è…

Fai le cose un passo alla volta – e questo significa scomporre le cose nei più piccoli passi possibili e poi farle una alla volta senza rimanere bloccato sulla cosa successiva o su quella successiva (perché, di nuovo, quando pensi a troppi passi in avanti, probabilmente verrai sopraffatto). Lo sto facendo con il libro su cui sto lavorando in questo momento; invece di concentrarmi sul lancio, sto semplicemente facendo il lavoro che devo fare ogni giorno per fare progressi in linea con il piano che ho creato… perché piccoli passi danno grandi risultati! Va bene, il prossimo…

Concentrati sullo scenario migliore, perché l’ottimismo realistico generalmente ti farà sentire molto meglio del pessimismo! Quando trascorri il tuo tempo concentrato su tutte le cose che potrebbero andare storte, è facile avere paura; invece, rivolgi la tua attenzione a tutte le cose che potrebbero andare bene . Ciò non significa che non pianifichi il fallimento o che fingi che sarà tutto arcobaleni e unicorni, ma poiché ciò su cui ti concentri è ciò su cui ti concentri, ha senso rivolgere la tua energia verso cose più positive per ridurre al minimo la paura (e ho parlato del fallimento nell’episodio 84 e dell’ottimismo nell’episodio 47). Prossimo…

Sii la tua cheerleader – certo, è bello avere una squadra di persone che ti incoraggiano ma in realtà non ne hai bisogno; quello di cui hai bisogno è essere entusiasta per te stesso della direzione che stai prendendo nella vita, perché è ciò che alimenta il tuo coraggio per continuare ad andare avanti anche quando il gioco si fa duro (perché è che i duri iniziamo a giocare). A proposito, il mio prossimo punto è…

Sii tenace , perché il coraggio non arriva automaticamente perché un giorno decidi di essere coraggioso e audace; in realtà si tratta di fare una scelta consapevole ogni singolo giorno per affrontare le sfide con coraggio. So che suona un po’ estenuante, ma non c’è altro modo per aggirarlo; non c’è una pillola che puoi prendere o una cura magica che possa ‘hackerare’ la tua strada verso un maggiore coraggio… ci vuole duro lavoro e perseveranza ogni singolo giorno. Ho parlato di perseveranza in passato (nell’episodio 51) e esplorerò la perseveranza in modo molto più dettagliato nell’episodio della prossima settimana, quindi tienilo d’occhio. Una cosa semplice che puoi fare per aiutarti con la perseveranza è il mio prossimo punto …

Parlane con qualcuno , perché più ne parli, più diventa facile (e penso di averlo già detto una o due volte prima!). Se stai lottando per trovare la forza e il coraggio di cui hai bisogno, parla con qualcuno di ciò che provi, che si tratti di un amico o di un familiare o se si tratta di un allenatore, psicologo o terapeuta. E se hai bisogno di aiuto, chiedilo (e sii specifico su ciò di cui hai bisogno); non devi affrontare nulla da solo e nemmeno dovresti!

Riepilogo e chiusura

Perché quando si tratta di coraggio e salute mentale, tutto si riduce a questo: avere coraggio è un’abilità che puoi imparare, e non significa che non provi paura, anzi, anzi. Le persone più coraggiose che abbia mai incontrato sono quelle che sono state terrorizzate e che sono andate avanti a prescindere. Essere onesti con se stessi riguardo alle proprie  paure è la cosa più coraggiosa che si possa fare, perché il vero coraggio deriva dall’illuminare le aree più oscure della propria anima e scegliere di dire: “Non hai controllo su di me!”

A te la scelta, così come per tutto ciò che riguarda il tuo benessere… quindi, quale scelta farai oggi? 

Ogni settimana mi piace concludere condividendo una citazione sull’argomento della settimana e ti incoraggio a dedicare qualche minuto per rifletterci davvero e capire cosa significa per te. La citazione di questa settimana è di autore sconosciuto, ed è:

“Avere coraggio non significa che non hai paura. Coraggio significa che non ti lasci fermare dalla paura.”

Sconosciuto

Va bene… per questa settimana è quasi finita.

La prossima settimana parlerò di persistenza . Ho detto prima che il coraggio richiede duro lavoro e perseveranza ogni singolo giorno, e lo stesso vale per prendersi cura della propria salute mentale; che sia doloroso, lo so, ma è vero. Non migliori il tuo benessere semplicemente facendo una o due cose; è la combinazione di tutte le piccole cose che fai ogni giorno che si sommano al tuo generale senso di benessere. Quindi la prossima volta lo analizzerò e parlerò di cos’è la persistenza, perché è importante e come essere più persistenti per il bene della tua salute mentale.

Spero che ti unirai a me per quell’episodio, che uscirà domenica 15 maggio 2022.

Se questo episodio ti ha aiutato, mi piacerebbe se lasciassi una recensione a cinque stelle sulla piattaforma su cui mi stai ascoltando, o vai sul mio Instagram @ltamentalhealth e fammi sapere. E se vuoi supportare me e il mio lavoro, allora ho un Patreon dove offro vantaggi esclusivi per i miei sostenitori; troverai il link nella descrizione dell’episodio, inoltre è collegato al mio sito Web all’indirizzo letstalkaboutmentalhealth.com.au (dove puoi anche iscriverti alla mia newsletter gratuita, dove condivido una rapida dose di ispirazione per la salute mentale ogni giovedì).

E ho anche un canale YouTube dove pubblico nuovi video ogni mercoledì… quindi, se desideri ancora più contenuti sulla cura della tua salute mentale, unisciti a me laggiù (e anche questo link è nella descrizione dell’episodio)!

Grazie mille per esserti unito a me oggi. Prenditi cura di te stesso e fai uno sforzo consapevole per condividere positività e gentilezza nel mondo, perché raccogli ciò che semini. Abbi cura di te e alla settimana prossima!

Jeremy 🙂

Let’s Talk About Mental Health è prodotto con orgoglio da Reconnaissance Media, aiutandoti a trovare significato e gratitudine. Per ulteriori informazioni, visitare il sito ricognizionemedia.com 

Let’s Talk About Mental Health. © 2022 Jeremy Godwin.

Le informazioni fornite in questo episodio sono di conoscenza generale sull’argomento e non costituiscono un consiglio. Dovresti consultare un medico e/o un professionista della salute mentale se hai problemi con la tua salute mentale e il tuo benessere. Troverai ulteriori informazioni nella pagina Risorse di questo sito web.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.