Parliamo di… Delusioni

Por Jeremy Godwin

Che cos’è la delusione e come affrontarla in modo sano? È di questo che parlo questa settimana su… Parliamo di Salute Mentale — il podcast settimanale sulla cura della tua salute mentale, con idee semplici che puoi mettere in pratica sin da subito.

Quindi, mettiti comodo e parliamo di salute mentale…

Ascolta ora l’episodio del podcast nel lettore Spotify di seguito o continua a leggere per la trascrizione completa.

Trova collegamenti ad altri servizi di podcasting disponibili qui. Nota: l’audio dell’episodio è disponibile solo in inglese.

Questo episodio del podcast è stato originariamente rilasciato il 31 luglio 2022.

Ciao e benvenuto all’episodio 142 e grazie mille per esserti unito a me mentre parlo di delusione e salute mentale!

Sono Jeremy Godwin e parlo di come prendersi cura della propria salute mentale. Ho avuto un esaurimento nervoso nel 2011 che mi ha portato ad un periodo di grave ansia e depressione, e questo mi ha fatto intraprendere in viaggio per saperne di più sulla mia salute mentale. Così ho cominciato il mio percorso e ho preso una laurea in psicologia e sociologia, e ora mi dedico a fornire ciò che non riuscivo a trovare quando ne avevo bisogno: semplici consigli su come prendersi cura di sè e migliorare il proprio benessere mentale, da qualcuno che capisce davvero cosa si prova a vivere momenti di crisi e sfide quotidiane. In ogni episodio mi concentro su un argomento specifico ed esamino in che modo migliorare quell’aspetto del tuo benessere.

In questo episodio parlerò di cos’è la delusione, perché può avere un impatto positivo sulle nostre vite e come affrontare la delusione in modo sano. Allora, parliamo!

Introduzione

Quando ero un adolescente, volevo una t-shirt Hypercolor da una vita (e questo dimostra definitivamente che sono ufficialmente vecchio, dato che erano i primi anni ’90). Ad ogni modo, quando finalmente ne ebbi una, sono rimasto abbastanza deluso perché, francamente, era un po’ spazzatura. OK, cambiavano colore quando venivano esposte al calore ma a parte l’entusiasmo iniziale di far assumere un colore diverso quando ci si metteva sopra la mano, a livello pratico non erano il massimo; sono cresciuto nella periferia di Sydney, dove le estati di solito erano tremendamente calde, e posso dirti per esperienza diretta che andare in giro con una maglietta che mostra dove sei accaldato non è un gran bel vedere… parlo di attirare inutili attenzioni alle tue ascelle! E una nota a margine qui; nel 2020, alcuni rivenditori online hanno iniziato a vendere costumi da bagno che cambiano colore e vorrei solo gentilmente dare il mio parere che forse non è un’idea particolarmente intelligente – almeno non da utilizzare in pubblico – ma forse sono solo io…

Ad ogni modo, il punto di quello sfogo casuale è che a volte abbiamo grandi aspettative per qualcosa e poi la realtà si rivela molto meno di quello che avremmo potuto sperare, il che può portarci a sentirci delusi, frustrati e persino scoraggiati… e quei tipi di sentimenti possono avere un enorme impatto sul tuo senso di positività, speranza e ottimismo. Tuttavia, ci sono molti modi per affrontare la delusione che affronterò tra poco. Per prima cosa, iniziamo con alcune definizioni e parliamo di…

Cos’è la delusione?

Ed è fondamentalmente una sensazione di tristezza o dispiacere causata dal fatto che le nostre speranze o aspettative non vengono soddisfatte (e quella definizione è adattata dall’Oxford Dictionary). È una forma molto specifica di tristezza che può essere sfumata con dolore e perdita, specialmente quando ci siamo focalizzati su un risultato particolare che non va come avremmo sperato.

La vita può lanciarci diverse sfide, dal non raggiungere qualcosa che volevamo fino alle pandemie globali che trasformano tutto in un disastro; direi che la maggior parte di noi ha avuto più della solita dose di delusioni negli ultimi due anni. Per quelli di noi che affrontano problemi di salute mentale come ansia o depressione, sentirsi delusi può portarci a provare emozioni sempre più negative che, a loro volta, possono portarci a sentirci come se fossimo risucchiati in un vortice di schifo generale.

Ricordo quando ho lasciato il mio lavoro aziendale nel 2012, perché la mia salute mentale era peggiorata così tanto che riuscivo a malapena a funzionare, e mi sono sentito così incredibilmente deluso da me stesso e mi sono sentito come se tutto ciò che avessi fatto nella mia vita fino a quel momento era stato solo uno spreco… che poi ha dato il via a un’intera catena di pensieri che sostanzialmente mi ha portato alla conclusione che ero un essere umano inutile. Ovviamente ora, con il vantaggio di oltre 10 anni con il senno di poi, so che non è assolutamente il caso e l’ho detto molte volte prima che ora considero persino il mio crollo una cosa favorevole, perché ha creato così tanti cambiamenti positivi nella mia vita (anche se sembrava un vero inferno quando l’ho vissuto), e il fatto è che le nostre delusioni sono spesso legate a idee molto specifiche che abbiamo su come le cose potrebbero o dovrebbero essere.

La delusione arriva quando le tue aspettative non sono in linea con la realtà, o quando cerchi di controllare cose che non puoi mai sperare di controllare. Può anche derivare da eventi del tutto casuali che potrebbero portarci fuori rotta per nessun altro motivo se non per il fatto che, nella vita, l’unica verità è che le cose brutte succedono!

Quindi, preparati a dire “ahia” perché qui ci sono un sacco di verità che penso che dobbiamo toglierci di mezzo prima di andare oltre: la vita è casuale, la vita non ti deve nulla, la vita è ciò che ne fai , non puoi controllare gli altri, commetterai degli errori e non c’è niente come “per sempre felici e contenti”. Lo so… anche per i miei standard di essere diretti, è stato piuttosto schietto, vero?!

Ho detto tutto questo perché credo fermamente nell’ottimismo realistico (che è stato l’argomento dell’episodio 47) e con questo intendo sperare per il meglio rimanendo realistico e radicato nel fatto che ci sono così tanti fattori in gioco nella vita, e a volte le cose semplicemente non andranno come vorremmo… il che è frustrante, certo, ma non è la fine del mondo. In effetti, penso che non sia una cosa così negativa – e spiegherò cosa intendo con questo tra un momento.

Prima di farlo, voglio parlare di come alcuni di noi sono in grado di gestire bene la delusione, mentre altri potrebbero scoprire che ci getta completamente in un loop di negatività. Ci sono molti diversi fattori determinanti, perché tutti noi abbiamo esperienze di vita uniche, tuttavia, una scuola di pensiero sostiene che è correlata alle nostre esperienze infantili. Condividerò alcuni paragrafi di un articolo dell’Harvard Business Review sul tema di come gestiamo la delusione; questa è una citazione un po’ più lunga di quella che userei normalmente, ma penso che ne valga la pena. La citazione è:

“Il modo in cui gestiamo la delusione è legato alla nostra storia evolutiva, al nostro rapporto con i nostri genitori e ad altre prime esperienze formative.

Alcune persone cercano di evitare la delusione trasformandosi in underachievers. Inconsciamente abbassano il livello ed evitano di correre rischi, per evitare che se stessi o gli altri vengano delusi [come] una forma di autoconservazione. Tuttavia, porta a una vita mediocre e insoddisfatta. […]

Altri… cercano di evitare la delusione diventando overachievers. Anche se dicono a se stessi che le loro aspettative di perfezione sono appropriate e realistiche, [la] barra è troppo alta per rendere possibile qualsiasi cosa vogliano ottenere. Dimenticano che il perfezionismo raramente genera perfezione o soddisfazione, invece, troppo spesso porta alla delusione. […]

Naturalmente, ci sono anche persone con una storia evolutiva più equilibrata. […] Sebbene sia utile sapere in che modo ci muoviamo, la nostra storia evolutiva non è il nostro destino. Qualunque sia la nostra storia passata, la delusione può fornirci informazioni preziose sulle nostre convinzioni su noi stessi, sulle altre persone e su ciò che ci rende felici”.

E troverai quell’articolo collegato nella trascrizione su letstalkaboutmentalhealth.com.au/episodes in inglese, spagnolo e italiano (lo trovi qui: https://hbr.org/2018/08/dealing-with-disappointment).

Quindi c’è molto su cui riflettere lì, e come ho detto prima, credo che la delusione possa effettivamente essere una forza positiva nelle nostre vite a volte; con questo in mente, parliamo di…

Perché la delusione può avere un impatto positivo sulla nostra vita

E vorrei essere chiaro e dire che non penso che tutte le delusioni siano motivo di gioiose celebrazioni, perché fanno schifo, ma il punto che voglio sottolineare è che la maggior parte di loro ha qualcosa di positivo da offrirci se siamo disposti a cercare la lezione che possono insegnarci. Ad esempio, essere deluso dal fatto che qualcosa non sia successo può aiutarti a vedere quanto desideri effettivamente quella cosa e, a sua volta, può aiutarti a diventare più motivato o, potenzialmente, a ridefinire le tue priorità. Essere delusi a causa di qualcuno a cui tieni può darti la forza di cui hai bisogno per affrontare una conversazione impegnativa o per fare una scelta difficile. Può essere il carburante di cui hai bisogno per apportare modifiche che potrebbero essere scomode o addirittura difficili all’inizio, ma con il tempo potrebbe rivelarsi la cosa migliore che tu abbia mai fatto.

Quindi il mio punto, in poche parole, è che le nostre delusioni possono effettivamente aiutarci a crescere se glielo permettiamo.

Secondo un articolo di BetterUp, di cui cito: “…sentirsi delusi ti dice tre cose importanti: 1. Significa che sei appassionato di qualcosa… 2. È un’opportunità di crescita… [e] 3. Può renderti più forte (e troverai quell’articolo collegato nella trascrizione https://www.betterup.com/blog/disappointment).

Di recente ho girato un video per il mio canale YouTube intitolato “Smettere di bere ha migliorato la mia salute mentale” (è collegato nella descrizione dell’episodio se non l’hai ancora visto) e in esso parlo di come ho toccato il fondo con l’abuso di alcol prima di diventare finalmente sobrio nel 2018; il giorno in cui ho smesso è stato un giorno orribile per me, perché mi sentivo davvero come se avessi toccato il fondo ed ero così incredibilmente deluso da me stesso per essere arrivato fino a quel punto… ma quel senso di delusione in realtà è diventato il carburante di cui avevo bisogno per sforzarmi a fare meglio, ed è ciò che mi ha visto affrontare i giorni, le settimane ei mesi che seguirono mentre prendevo provvedimenti per sistemarmi una volta per tutte. Il mio contributo qui è che dipende da te cosa scegli di fare con le tue delusioni, siano esse di tua creazione o dovute a fattori o eventi esterni; puoi lasciare che ti trascinino giù o puoi usarle per spingerti in avanti. Ad ogni modo, a te la scelta.

In quell’articolo della Harvard Business Review che ho menzionato prima c’è una storia su come Winston Churchill, quel grande leader britannico che è riuscito a guidare il Regno Unito – e gran parte del mondo – durante la seconda guerra mondiale, abbia subito sconfitte disastrose durante la prima guerra mondiale mentre prestava servizio come Primo Lord dell’Ammiragliato; sconfitte che costarono decine di migliaia di vite e che videro Churchill retrocesso e mandato nel deserto politico. Più tardi nella vita, Churchill descrisse lo stato di depressione che stava vivendo in quel momento (il suo ‘cane nero’, come lo chiamava lui) eppure, nonostante ciò, fu anche in grado di riconoscere (e cito) “che era molto più costruttivo riformulare le sue delusioni come esperienze di apprendimento per essere in grado di affrontare meglio in futuro e utilizzare la delusione come catalizzatore per la crescita personale” (e, ancora, quell’articolo è collegato nella trascrizione).

Le tue delusioni, le tue battute d’arresto, i tuoi errori… nessuno di loro è l’intera storia di chi sei come essere umano, e nessuno di loro è un fallimento; l’unico vero fallimento è l’esperienza da cui non impari.

Allora come lo fai? Bene, entriamo nella parte “come fare a…” dell’episodio di oggi e parliamo di…

Come affrontare le delusioni in modo sano

E quindi, dal momento che ho appena detto “sano”, vorrei iniziare dicendo di scegliere meccanismi di coping sani – che è il mio modo carino per dire di non bere, mangiare o sniffare a causa della tua delusione! Il problema con questo tipo di scelte è che sembrano una soluzione rapida, ma in realtà possono creare problemi molto, molto peggiori (in più probabilmente ti sentirai una merda il giorno successivo). Un modo salutare per far fronte è il mio prossimo punto…

Parlane, perché puoi tenere dentro i tuoi sentimenti, dove tendono a peggiorare, oppure puoi lasciarli uscire… ed è davvero il caso di lasciarli andare fuori che tenerseli dentro! Quando li fai uscire, è come rilasciare una valvola a pressione; invece di lasciare che i sentimenti negativi aumentino e continuino a crescere fino a quando ti senti come se dovessi esplodere, parlare con qualcuno di cui ti fidi può aiutarti a sentirti più calmo e con più controllo… il che ti consente quindi di guardare le cose in modo più razionale, piuttosto che correre d’istinto. Parla con un amico o un parente fidato o, meglio ancora, parla con un professionista (come un consulente, un terapista o un coach) con cui ti senti a tuo agio. Il vecchio detto “un problema condiviso è un problema dimezzato” si applica sicuramente qui! OK, il prossimo…

Guarda il quadro generale: la maggior parte delle volte le nostre battute d’arresto e le delusioni potrebbero sembrare enormi, ma nel grande quadro della tua vita probabilmente sono solo un punto debole su cui ci stiamo focalizzando. Qualche tempo fa ne ho avuto uno per cui qualcosa su cui stavo lavorando non è andato come speravo, quindi, ovviamente sono rimasto deluso ma dopo aver parlato con il mio coach e il mio terapeuta sono stato in grado di guardare le cose in modo più obiettivo; non era la fine del mondo e in realtà non mi ha impedito di ottenere altre cose che volevo. A volte siamo così concentrati su un risultato specifico che, se non arriva, possiamo ritrovarci a provare tutti i tipi di sentimenti di delusione, tuttavia, c’è molto di più nella tua vita oltre a quella cosa. E a proposito, il mio prossimo punto è…

Lascia spazio alla la vita in modo che ti sorprenda, perché c’è sempre qualcosa di nuovo dietro l’angolo. Lo chiamo l’approccio alla vita “chiudi un porta e si apre un portone” ed è davvero una mentalità molto positiva e ottimista che può aiutarti a sentirti più soddisfatto (e ho parlato dell’ottimismo nell’episodio 47 e della mentalità nell’episodio 31, oltre alla soddisfazione nell’episodio Episodio 110). Mi è successo giusto l’altra settimana: una cliente ha finito le sue sessioni con me per il momento e l’ho detto al mio partner quella mattina in macchina e ho detto “qualcos’altro arriverà” – e non un’ora più tardi ho ricevuto un’e-mail da qualcuno che chiedeva se stavo cercando nuovi clienti. C’è un detto in inglese che è “Sali scendi”, il che in pratica significa che le cose di solito si equilibreranno alla fine, quindi invece di rimanere bloccato sui dettagli di come dovrebbe essere la vita, scegli invece di fidarti del fatto che quella cosa si riequilibrerà. OK, il prossimo…

Sii consapevole di chi sei e di quanto vali , perché quando conosci la tua autostima e ti tratti con gentilezza e rispetto, sei meglio attrezzato per gestire battute d’arresto e delusioni nella vita perché sai che non definiscono chi sei; sono semplicemente eventi, non la tua identità. Ho parlato dell’autostima nell’episodio 78 e della fiducia in se stessi nell’episodio 125. Va bene, il prossimo…

Sii onesto riguardo i tuoi sentimenti, perché sentirsi deluso da qualcuno può portare al risentimento se non lo si affronta direttamente, poiché aumenta nel tempo. Se ti senti deluso, dillo. Se ritieni di non essere trattato in modo rispettoso o premuroso, dillo. Ci sono modi costruttivi per farlo (di cui ho discusso nell’episodio 134, sulla comunicazione) e il pezzo qui è che relazioni sane richiedono conversazioni oneste. Oh, e questo punto vale anche per te stesso: sii onesto con te stesso su come ti senti. Se ti senti deluso, ok, ammettilo a te stesso in modo da poterlo elaborare, accettarlo e poi andare avanti, perché negare non è salutare. E parlando di questo, il mio prossimo punto è…

Concentrati sull’accettazione, perché puoi combattere contro la realtà di tutto ciò che è accaduto o non è accaduto, oppure puoi accettare che ciò che è è ciò che è in modo da poter poi andare avanti. La resistenza può spesso portare a delusioni ancora maggiori, perché puoi combattere la realtà quanto vuoi, ma non cambierà nulla. Lo vedi ogni volta che ci sono grandi elezioni in qualsiasi parte del mondo e la gente si indigna perché il loro partito non ha vinto; ehi, sono ancora deluso che Susan Boyle non abbia vinto Britain’s Got Talent nel 2009, ma non mi vedi in strada a protestare… vero?! Alcune cose saranno sempre fuori dal tuo controllo (in realtà, molte cose) e puoi resistere a questo fatto e causarti tormento, oppure accettare questo fatto e trovare la pace della mente. Ho parlato di controllo nell’episodio 48, accettazione nell’episodio 36 e resistenza nell’episodio 65, quindi potresti trovarli utili se stai lottando con questo. Va bene, quindi il mio prossimo punto è…

Gestisci le tue aspettative – e questo fa parte di quella cosa dell'”ottimismo realistico” che ho menzionato prima, perché penso che sia importante avere speranza nella vita (di cui ho parlato nell’episodio 17), tuttavia devi anche trovare un equilibrio considerando ciò che può realisticamente essere raggiunto. A volte potremmo sopravvalutare le nostre possibilità di successo e quindi essere in grado di riportarci a uno spazio che sia allo stesso tempo pieno di speranza e realistico è importante in modo da poterci concentrare su ciò che è sotto il nostro controllo diretto, piuttosto che su tutte le cose che sono fuori dal nostro controllo. Ho detto in episodi passati che il mio approccio al mio lavoro è molto simile a questo; una volta che ho pubblicato un episodio di un podcast o un video di YouTube nel web, il gioco è fatto… ciò che succede dopo è fuori dal mio controllo. Posso certamente influenzarlo (ad esempio promuovendolo e condividendone parti sui social media) ma non posso obbligare nessuno ad ascoltarlo o guardarlo. Come una volta cantava Doris Day, “Qué será será, qualunque cosa sarà sarà”. Ho parlato delle aspettative nell’episodio 82 e ho trovato l’equilibrio nell’episodio 49, quindi dai un’occhiata a quelle per ulteriori informazioni sull’argomento. OK, il prossimo…

Affronta il self doubt, perché il dubbio su te stesso può portarti a mettere in discussione le tue capacità, che non è uno spazio mentale particolarmente salutare in cui trovarsi. Sii consapevole di chi sei e di cosa sei capace e sii proattivo nell’affrontare i tuoi dubbi in modo che tu possa lasciarli andare (e ho parlato di come farlo nell’episodio 104, sul dubbio su se stessi). A proposito di abilità, il mio prossimo punto è…

Trasforma la delusione in un’opportunità di crescita e fallo trattandola consapevolmente come un’esperienza di apprendimento. Considera la situazione in modo obiettivo e cerca ciò che ha da insegnarti, quindi applica quelle lezioni agendo o apportando modifiche ove necessario. Potresti anche trovare utile considerare quali consigli daresti a un caro amico o familiare se si trovassero a dover affrontare lo stesso tipo di situazione, quindi prendere quel processo di pensiero e trasformarlo in un consiglio per te stesso. Sono fermamente convinto che puoi imparare qualcosa da quasi tutto nella vita, anche se quella lezione è proprio cosa non fare in futuro. A proposito di apprendimento, il mio prossimo consiglio è…

Prova a guardare le cose da un’angolazione diversa, perché può essere facile per le nostre emozioni sopraffarci e restringere la nostra attenzione, il che può impedirti di vedere tutte le diverse possibilità che possono esistere. Ad esempio, l’anno scorso avrei dovuto svolgere un lavoro per un cliente aziendale che alla fine non è andato come speravo e mi sono sentito davvero deluso… ma, allo stesso tempo, ero esausto perché stavo lavorando ore infinite per cercare di accontentare tutto mentre gestivo anche i miei clienti e il mio lavoro creando contenuti per il mio podcast e il mio canale YouTube. Quindi, alla fine, mi ha effettivamente fornito l’opportunità di riorganizzare la mia agenda in modo da poter trovare un migliore equilibrio nella mia vita e avere più tempo per rallentare durante la settimana (di cui ho appena parlato di recente nell’episodio 140) . Ci sono molti modi diversi di considerare una situazione e il più delle volte essere in grado di vedere che un problema è semplicemente un’opportunità sotto mentite spoglie. OK, il prossimo…

Smetti di cercare di essere perfetto, perché il perfetto non esiste e ti stai solo preparando alla delusione. Ho già menzionato quell’articolo di Harvard Business Review e c’è una frase che ho condiviso prima che ho detto alle persone per tutta la settimana, perché lo adoro assolutamente; la frase è: “il perfezionismo raramente [porta alla] perfezione, o soddisfazione, invece, troppo spesso porta alla delusione”. Quando imposti l’asticella troppo in alto per te stesso, ti stai preparando al fallimento. Ho parlato di come affrontare il perfezionismo nell’episodio 98 se desideri esplorare l’argomento in modo più dettagliato. OK, il prossimo…

Sapere cosa conta davvero per te, il che sembra un’estensione di alcuni punti che ho già fatto, ma quello che voglio dire qui è che quando sai quali sono le tue esigenze (rispetto ai tuoi desideri) e sei chiaro su cosa sono le tue priorità, ti aiuta a contestualizzare le cose e lasciar andare le cose che semplicemente non contano. Ho trattato dei bisogni nell’episodio 137 e delle priorità nell’episodio 3, quindi potresti trovarli utili. Sapere cosa conta davvero per te aiuta con il mio prossimo punto, che è…

Fai scelte ponderate — e con questo intendo dedicare del tempo a considerare ciò che farai o non farai dopo, in modo da poter applicare ciò che hai imparato dalla delusione e anche in modo da poter tenere conto delle tue esigenze e priorità (e le scelte sono state affrontate nell’episodio 135). Prossimo…

Concentrati sull’andare avanti, perché quello che è successo è successo e continuare a passarci sopra non cambierà le cose; non puoi andare indietro, solo avanti. Se ti accorgi di essere bloccato a pensare a ciò che è successo o non è successo, dai un’occhiata all’episodio 116 sul rimuginare per suggerimenti su come liberarti da quei pensieri per iniziare ad andare avanti. OK, quindi il mio prossimo punto è…

Continua così, perché tutte le cose richiedono tempo, impegno e perseveranza, e sì, molto probabilmente dovrai affrontare battute d’arresto di tanto in tanto… ma più persisti, più progressi fai. A volte potrebbe sembrare che stai facendo solo piccoli piccoli passi, ma anche piccoli passi si sommano nel tempo portando a grandi risultati. Parte di questo riguarda imparare a cercare le opportunità nelle battute d’arresto, e si tratta anche di avere coraggio e perseveranza (e ho parlato di coraggio nell’episodio 130 e perseveranza nell’episodio 131).

Riepilogo e chiusura

Perché quando si tratta di delusione e salute mentale, tutto si riduce a questo: quando i Rolling Stones cantavano, “non puoi sempre ottenere ciò che vuoi”, hanno anche sottolineato, “potresti semplicemente scoprire di ottenere ciò che hai bisogno.” Le nostre delusioni sono un segno che teniamo molto a qualcosa, il che è grandioso, ma solo perché non funziona esattamente come avremmo sperato, ciò non significa che sia la fine del mondo… e non è sempre un brutta cosa. La delusione può guidarci su strade che forse non avremmo mai intrapreso, può rivelarci cose che non avremmo mai potuto scoprire e può aiutarci a trovare verità che forse non avremmo mai conosciuto. Se scegli di vedere le delusioni come un fallimento o un’opportunità dipende completamente da te, ma solo una di queste scelte ti aiuterà ad andare avanti in modo sano.

A te la scelta, così come per tutto ciò che riguarda il tuo benessere… quindi, quale scelta farai oggi? 

Ogni settimana mi piace concludere condividendo una citazione sull’argomento della settimana e ti incoraggio a dedicare qualche momento per rifletterci davvero e considerare cosa significa per te. La citazione di questa settimana è di George Santayana, ed è:

“La saggezza viene dalla disillusione.”

George Santayana

Va bene… per questa settimana è tutto.

La prossima settimana parlerò delle intenzioni. La prossima volta voglio discutere del vantaggio di prenderti del tempo per capire veramente quali sono le tue intenzioni e motivazioni, in modo che tu possa essere più gentile e premuroso verso gli altri e verso te stesso. Parlerò di cosa sono le intenzioni (e cosa non sono), perché capire le tue intenzioni è importante e come gestirle per il bene della tua salute mentale.

Spero che ti unirai a me per quell’episodio, che uscirà domenica 7 agosto 2022.

Nel frattempo, troverai più contenuti su una migliore salute mentale nel mio libro, Parliamo di salute mentale (volume uno) ; puoi acquistarlo ora in versione cartacea o eBook da Amazon o acquistare l’eBook da Apple Books ed è collegato nella descrizione dell’episodio, oppure visitare il mio sito Web all’indirizzo lettalkaboutmentalhealth.com.au.

E guarda i miei video settimanali su YouTube per ulteriori suggerimenti su una migliore salute mentale, oltre a iscriverti alla mia mailing list per la mia newsletter settimanale gratuita, Thursday Thoughts, dove condivido una rapida dose di ispirazione (e sono tutti collegati nella descrizione dell’episodio) .

E se trovi i miei contenuti utili, mi piacerebbe se ti unissi a me su Patreon, dove offro vantaggi esclusivi per i miei sostenitori. Inoltre, trovami su Instagram @ltamentalhealth e salutami!

Grazie mille per esserti unito a me oggi. Prenditi cura di te stesso e fai uno sforzo consapevole per condividere positività e gentilezza nel mondo, perché riavrai ciò che hai messo fuori. Abbi cura di te e alla prossima!

Jeremy 🙂

Let’s Talk About Mental Health è prodotto con orgoglio da Reconnaissance Media, aiutandoti a trovare significato e gratitudine. Per ulteriori informazioni, visitare il sito reconnaissancemedia.com

Let’s Talk About Mental Health. © 2022 Jeremy Godwin.

Le informazioni fornite in questo episodio sono di conoscenza generale sull’argomento e non costituiscono un consiglio. Dovresti consultare un medico e/o un professionista della salute mentale se hai problemi con la tua salute mentale e il tuo benessere. Troverai ulteriori informazioni nella pagina Risorse di questo sito web.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.