Parliamo di… intenzioni

Por Jeremy Godwin

Che cos’è la delusione e come affrontarla in modo sano? È di questo che parlo questa settimana su… Parliamo di Salute Mentale — il podcast settimanale sulla cura della tua salute mentale, con idee semplici che puoi mettere in pratica sin da subito. Quindi, mettiti comodo e parliamo di salute mentale…

Ascolta questo episodio su Spotify:

Guarda una versione ridotta su YouTube:

Leggi la trascrizione completa dell’episodio:

Questo episodio del podcast è stato originariamente rilasciato il 7 agosto 2022.

Ciao e benvenuto all’episodio 143 e grazie mille per esserti unito a me mentre parlo di intenzioni e salute mentale!

Sono Jeremy Godwin e parlo di come prendersi cura della propria salute mentale. Ho avuto un esaurimento nervoso nel 2011 che mi ha portato ad un periodo di grave ansia e depressione, e questo mi ha fatto intraprendere in viaggio per saperne di più sulla mia salute mentale. Così ho cominciato il mio percorso e ho preso una laurea in psicologia e sociologia, e ora mi dedico a fornire ciò che non riuscivo a trovare quando ne avevo bisogno: semplici consigli su come prendersi cura di sè e migliorare il proprio benessere mentale, da qualcuno che capisce davvero cosa si prova a vivere momenti di crisi e sfide quotidiane. In ogni episodio mi concentro su un argomento specifico ed esamino in che modo migliorare quell’aspetto del tuo benessere.

In questo episodio parlerò di cosa sono le intenzioni (e cosa non sono), perché capire le tue intenzioni è importante e come gestirle per il bene della tua salute mentale.

Prima di entrare in questo argomento, ricordo che il mio libro Let’s Talk About Mental Health (Volume One) è ora disponibile in modo che tu possa lavorare per migliorare la tua salute mentale in qualsiasi momento del giorno e della notte! Puoi acquistarlo in formato cartaceo da Amazon in tutto il mondo o come eBook da Amazon o Apple Books, il link è nella descrizione dell’episodio.

Va bene, parliamo di intenzioni!

Introduzione

Un paio di settimane fa, avevo iniziato la mia settimana di lunedì mattina con diverse intenzioni, tra cui fare alcune commissioni al mattino e poi creare nuovi contenuti per il mio canale YouTube. Tutto abbastanza normale, giusto? Sbagliato! Una di quelle commissioni consisteva nel fare la quarta vaccinazione contro il COVID e, sfortunatamente, sono stato una delle persone che ha avuto effetti collaterali tra cui estrema stanchezza, mal di testa, dolori muscolari e dolori articolari… insomma, tutte le mie intenzioni sono andate rapidamente a farsi benedire, perché nel giro di poche ore dall’iniezione mi sono sentito come se fossi stato investito da un camion.

Ma ecco la cosa importante: l’ho superato con facilità e senza stress, anche se ho dovuto accantonare un sacco di lavoro (incluso prendermi due settimane di pausa dai miei video di YouTube e dai miei consigli-video sulla vita quotidiana che non fanno schifo che pubblico sul mio account @jeremygodwinofficial su Instagram) a causa dell’altra intenzione che mi ero prefissato quel giorno: l’intenzione di affrontare qualunque cosa mi accadesse con pazienza, grazia e gentilezza.

Quindi, prima di andare troppo avanti, esaminiamo prima alcune definizioni e parliamo di…

Cosa sono le intenzioni?

E, come ho detto, ci sono due tipi principali di intenzioni. In primo luogo, descrive cose specifiche che prevedi di fare (come andare per negozi o dipingere casa o altro), e in secondo luogo può descrivere i tuoi desideri; le cose che aspiri ad avere ed essere. È questa seconda definizione su cui mi concentrerò principalmente in questo episodio, perché c’è molto da dire sul come impostare intenzioni chiare e ponderate possa aiutarti a crescere (e ne parlerò tra poco).

Prima di andare oltre, parliamo un attimo di cosa non sono le intenzioni: non sono desideri magici che ti garantiscono il risultato che desideri (se solo lo fossero!), ma sono un ottimo punto di partenza in termini di inquadramento per la tua attenzione, e aiuto nel guidarti verso la trasformazione delle tue speranze e dei tuoi sogni in realtà.

Pensa alle intenzioni come a una forma di impostazione della direzione; si tratta di decidere dove stai andando e perché (in modo che tu possa essere più premuroso mentre lavori durante il percorso per capire il come). Lo dico perché le intenzioni non danno per scontato che qualcosa accada e basta; devi anche fare la tua parte. Puoi “avere l’intenzione” di scalare la montagna quanto vuoi, ma non succederà mai se rimani a casa… beh, a meno che tu non viva già sulla cima di una montagna, in tal caso mi correggo e puoi sentirti libero di inserire qui la tua analogia schietta ma stimolante!

Ci sono molti modi diversi per  stabilire le intenzioni, ma mi piace mantenere le cose semplici, quindi ecco la mia: chi voglio essere? È una grande domanda che va al cuore dell’intera questione dello sviluppo e della crescita personale di cui parlo molto in questo show, che è sforzarsi di fare piccoli passi ogni giorno per essere la versione migliore di te stesso possibile.

Per me, una gran parte di questo consiste nel passare un po’ di tempo ogni mattina a pensare a come voglio affrontare la mia giornata e perché. In realtà è qualcosa che faccio ogni mattina prima di alzarmi dal letto; al mio gatto, Igor, piace venire a rannicchiarsi tra le mie braccia prima che mi alzi (lo so, carino vero?!) e così mentre gli do le coccole mattutine penso a quello che accadrà per il resto della giornata e quali sono le mie intenzioni. Ad esempio, se ho appuntamenti con i clienti, la mia intenzione è essere gentile, solidale e educativo, e dove ho un lavoro di editing video da fare, la mia intenzione è essere creativo e riflessivo nel mio approccio. Quindi, quello che sto descrivendo qui è davvero pensare a come voglio muovermi attraverso il mondo e quale energia voglio emettere (e ho parlato di energia nell’episodio 67). Potrebbe suonare un po’ new age e fomentare alcuni, ma pensala in questo modo: se il modo in cui parli a qualcuno può avere un’influenza diretta sulle sue emozioni (e sulle tue), allora perché non dovresti prenderti alcuni secondi per riflettere sul come vuoi affrontare ogni interazione?

C’è anche un processo di pensiero più ampio in termini di ciò che voglio ottenere e perché, che è più incentrato sui risultati, ma per me molto di questo torna anche a come voglio raggiungere questo obiettivo e perché faccio quella scelta. Ad esempio, con questo podcast ho avuto l’intenzione fin dall’inizio di non avere pubblicità o sponsorizzazioni. Ora, non posso controllare cosa fanno le piattaforme podcast (e ho notato che alcune di esse sembrano inserire annunci anche se ho l’opzione disattivata, e questa è tutta un’altra conversazione), ma il punto qui è che io ho stabilito quell’intenzione per la parte su cui ho il controllo e l’ho fatto perché l’idea di incepparsi nella pubblicità non mi sembrava giusta (certo, promuovo il mio lavoro ma è diverso – non è come se fossi seduto qui parlando di emozioni e poi due secondi dopo raccontandoti di un’auto nuova di zecca che ti cambierà la vita!). Onestamente, questo potrebbe sembrare un po’ come uno di quegli sproloqui casuali che tendo a fare a volte (questa è la gioia di avere il tuo proprio podcast; puoi dire quello che vuoi!) ma sento davvero che sia necessario qui fare un punto sul fatto che stabilire chiare intenzioni su chi vuoi essere e cosa vuoi dalla vita, ti aiuta a essere più in sintonia con ciò che conta veramente per te. Il che, stranamente, mi porta alla parte successiva di questo argomento; e allora parliamo di…

Perché capire le tue intenzioni è importante

E lo spiegherò in modo semplice: è importante perché si tratta di capire cosa vuoi e perché, così come cosa non vuoi e perché… e penso che sia la parte del “perché” che conta di più, perché il tuo “perché” ‘ aiuta a chiarire le tue motivazioni.

Ad esempio, pensa al dramma. Se stabilisci l’intenzione di non essere coinvolto in un dramma, sia al lavoro che a casa (o entrambi), a causa dell’effetto negativo che può avere sulla tua salute mentale e sul tuo benessere, ciò influenzerà pesantemente le scelte che fai e cosa fai o non fai. Potrebbero esserci alcune persone che sembrano magneti del dramma, e quindi impostare quell’intenzione cambierà il modo in cui le vedi e il modo in cui scegli di connetterti con loro; potrebbe anche influenzare il fatto che tu li accolga o meno nella tua vita. Quindi, come puoi vedere da quell’unico esempio, le tue intenzioni possono davvero plasmare ciò che accadrà dopo e il modo in cui ti approcci alle relazioni, al tuo lavoro, a te stesso e persino al mondo in generale. Ho stabilito un’intenzione, molto tempo fa, che non volevo essere esposto ai media isterici e negativi, e ora non guardo le notizie da oltre un decennio (leggo ancora articoli di notizie online, ma mi limito a una volta al giorno, in modo che la mia testa non esploda).

Stabilire le intenzioni ti consente di prendere possesso delle tue scelte e di come vivi la tua vita, ed è quel “come” che conta davvero perché implica fare scelte più ponderate che siano in linea con le tue esigenze e i tuoi valori (due argomenti che ho trattato di recente rispettivamente nell’episodio 137 e nell’episodio 138).

Definire le proprie intenzioni può sembrare più significativo della semplice definizione degli obiettivi, perché riporta l’attenzione su di te e sulle scelte che fai. Probabilmente hai sentito l’espressione “agire senza pensare è come sparare senza mira” e le intenzioni ti consentono di abbinare ciò che fai (o non fai) con le tue priorità e il tuo scopo principale.

Allora, come fai tutto questo? Bene, entriamo nella parte “come fare a…” di questo episodio e parliamo di…

Come gestire le tue intenzioni per il bene della tua salute mentale

OK, iniziamo con uno dei miei consigli preferiti di tutti i tempi ed è quello di identificare ciò che conta di più per te, perché, in realtà, le cose che contano dovrebbero essere quelle a cui dedichiamo la maggior parte del nostro tempo se vogliamo sentirci soddisfatti e realizzati nella vita… altrimenti, che senso ha? Se è importante per te, fallo importare; stabilisci intenzioni chiare per te (ad esempio, potrebbe essere lasciare il lavoro a un’ora decente in modo da poter trascorrere del tempo con i tuoi cari) e onora le tue intenzioni seguendole costantemente. Il che porta al mio prossimo punto…

Decidi chi vuoi essere e perché, perché tutti possiamo facilmente cadere in comportamenti predefiniti (la mia cattiva abitudine è che non ho pazienza e mi infastidisco al minimo inconveniente), e puoi seguire quei valori predefiniti (il che ti porterà al solito risultato) oppure puoi impostare intenzioni più in linea con chi vuoi essere e poi usarle per guidare ciò che fai e dici… e quelle sono intenzioni che probabilmente dovrai impostare almeno una volta al giorno, se non più frequentemente; questo non è un esercizio “impostalo e dimenticalo” e richiederà tempo, impegno e perseveranza. Ascolta, mi metto al tuo fianco: la maggior parte di questo episodio è soprattutto riguardo all’incoraggiarti a decidere che tipo di persona vuoi essere, e quindi fare scelte, di conseguenza, impostando le tue intenzioni in linea con chi vuoi essere. Ad esempio, se voglio essere più gentile e paziente, impostare le intenzioni intorno a ciò servirà a mantenermi concentrato e anche molto più consapevole di ciò che faccio e dico, che potrebbe non essere in linea con tale intenzione. OK, il prossimo…

Sii molto chiaro sulle tue intenzioni – e questo è semplicemente per dire di essere specifico piuttosto che vago, perché “l’essere vago” lascia troppo spazio all’interpretazione e persino alla manipolazione. Prima ho fatto l’esempio del lavoro, e lo riprenderò di nuovo qui; se la tua intenzione è quella di dare la priorità al tempo con i tuoi cari rispetto al lavoro, bisogna essere più specifici che dire semplicemente qualcosa come “cercare un migliore equilibrio tra lavoro-vita privata” (che è un’espressione che odio un po’ perché è usata e abusata nel settore aziendale, ma per ora basta con i miei momenti!). Quando puoi davvero concentrarti su quali sono le tue intenzioni, questo ti aiuta a essere in grado di visualizzarle e sentirti davvero in linea con esse, il che, a sua volta, ti aiuta a sentirti più connesso con loro e a dare loro maggiore concentrazione e attenzione. E parlando di focus, il mio prossimo punto è…

Ricorda che ciò su cui metti il focus è ciò su cui ti concentri, quindi, sia che ti concentri sul positivo o sul negativo, ciò che cerchi è ciò che troverai (di cui ho parlato nell’episodio 90 della positività). Puoi concentrarti su ciò che non vuoi o su ciò che vuoi, e trovo che sia la scelta del focus che fa un’enorme differenza in quello che succede dopo. Quindi, invece di impostare intenzioni negative (come “Non voglio lavorare più di 60 ore a settimana”), rivolgi invece la tua attenzione verso intenzioni positive (come “Voglio dare priorità al tempo per i miei cari e la cura di me stesso’). È un semplice cambiamento che ti aiuta a riformulare la tua attenzione verso una visione più positiva delle cose, che può quindi aiutarti a trovare più aspetti positivi (poiché, di nuovo, ciò che cerchi è ciò che trovi). E questo continua nel mio punto successivo, che è…

Scegli la tua mentalità, perché tutto ciò su cui hai il controllo diretto sei tu stesso e ciò che scegli di fare e dire, così come ciò che scegli di fare con i tuoi sentimenti… e, francamente, questo è tutto il controllo di cui hai davvero bisogno! Scegliere la tua mentalità significa lasciar andare il tentativo di controllare cose che non puoi mai controllare, come le altre persone (e ne ho parlato nell’episodio 48, sul controllo), e significa anche adottare una mentalità più incentrata sulla soluzione che sui problemi — dove ti concentri sui “puoi” piuttosto che “non posso” — perché, come ho detto nell’ultimo punto, ti aiuta a trovare sempre più motivi per cui essere positivo (il che è molto meglio che essere negativo e infelice!). Ho parlato della mentalità nell’episodio 31, quindi potresti trovarlo utile. Va bene, il prossimo…

Pensa al quadro più ampio, perché molte delle cose che accadono quotidianamente sono in realtà abbastanza irrilevanti e non saranno cose che ricorderemo tra cinque mesi, per non parlare di cinque anni. Ciò implica avere un’idea ampia della direzione in cui ti stai dirigendo (e perché), e quindi impostare intenzioni che siano incentrate sul tenerti sulla buona strada invece di lasciarti distrarre da tutto il rumore che si contenderà la tua attenzione quotidianamente. E questo porta al mio prossimo punto…

Comprendi le tue motivazioni, perché essere in grado di approfondire quali sono le tue intenzioni e perché sono importanti per te richiede che sia onesto con te stesso e consapevole di te stesso (di cui ho parlato nell’episodio 62). Ho anche trattato alcuni altri argomenti che potrebbero essere utili in termini di comprensione di ciò che ti guida: la motivazione nell’episodio 117 e i sogni nell’episodio 76, e anche il futuro ADD nell’episodio 100 (perché quello riguardava molto il farti pensare a dove vuoi andare in futuro e perché, quindi può davvero aiutarti come parte di quel processo di definizione delle intenzioni). OK, il prossimo…

Fai caso a cosa ti fa sentire gioioso, perché se non ti rende felice, che senso ha?! Non credo che la vita debba essere tutta arcobaleni e unicorni 24 ore su 24, 7 giorni su 7, perché non lo sarà (la vita vera ti da calci in continuazione), ma parte della costruzione di una vita che sia appagante e soddisfacente per se stessi, implica la creazione di scelte che portano più gioia nella tua vita, rimuovendo le cose che ti privano di sensazioni positive; la vita è troppo preziosa per sprecarla sentendosi infelici, quindi se qualcosa ti fa sentire così, spero che le tue intenzioni comportino di correre nella direzione opposta il più velocemente possibile! Ho parlato della soddisfazione nell’episodio 110, dell’appagamento nell’episodio 114 e della gioia nell’episodio 93, quindi dai un’occhiata a quelli per ulteriori suggerimenti su come fare tutto ciò; il mio scopo qui è stabilire intenzioni che elevano la tua vita e che ti aiutano a provare maggiore gioia e soddisfazione. OK, il prossimo…

Sii realistico (ma sfida te stesso) – e questa è dura, nel senso che io sono un eterno ottimista, ma sono anche un ottimista realistico (e ho parlato dell’ottimismo nell’episodio 47). Sono abbastanza consapevole da sapere che non correrò mai una maratona, per esempio, perché semplicemente non sono quel tipo di persona (anche se sarebbe fantastico se lo fossi, ma non accadrà mai), ma io posso certamente pormi intenzioni più realistiche che servano anche a spingermi sempre al di fuori dalla mia zona di comfort; questo mi aiuta e ti aiuta a costruire abilità, conoscenze e capacità nel tempo, cosa che è meno probabile che tu faccia se non ti spingi al di fuori dalla tua zona di comfort. E questo in realtà porta al mio prossimo punto, che è…

Rendilo semplice, perché è così facile complicare eccessivamente le cose o provare ad affrontare 50 cose diverse contemporaneamente, ma generalmente è l’approccio più semplice che funziona meglio, perché possiamo concentrare la nostra energia e attenzione su una manciata di intenzioni, il che aumenta la probabilità di trasformare l’intenzione in realtà. In genere cerco di limitare la mia attenzione a non più di tre o cinque cose in un dato momento; qualcosa di più e il mio cervello inizia a vagare per la tangente (voglio dire, ad essere onesti lo fa comunque, ma è anche peggio quando cerco di concentrarmi su troppe cose contemporaneamente – non riesco nemmeno a scrivere e parlare allo stesso tempo). Potrebbe sembrare davvero troppo generico (quindi abbi pazienza) ma è il motivo per cui ho iniziato ad ascoltare musica lo-fi con le cuffie mentre scrivo questi episodi, perché blocca tutto il resto in un modo davvero semplice e mi aiuta a concentrarmi davvero sulla scrittura (e nel caso foste interessati, la mia musica preferita è il canale LoFi Girl su YouTube). La semplicità ti aiuta davvero a restringere la tua attenzione a ciò che conta di più, che, come ho detto prima, è molto utile per stabilire le intenzioni, e ho parlato della semplicità nell’episodio 63 in modo che possa essere utile per te da rivedere. Va bene, quindi il mio prossimo punto è…

Metti per iscritto, perché una cosa è avere questi pensieri nella tua testa, ma scrivere le tue intenzioni (che sia con carta e penna o semplicemente sul tuo telefono) ti aiuta davvero a diventare più chiaro e più concentrato su cosa sono e perché sono importanti per te (e a questo punto sto iniziando a capire che forse questo episodio avrebbe dovuto essere sottotitolato “chiaro, mirato e ciò che conta per te” perché finora ho detto queste tre cose un migliaio di volte!). Un altro modo per farlo è visualizzarlo; c’è un motivo per cui le schede di visione sono così popolari, perché possono aiutarti a “vedere” rapidamente come sono le tue intenzioni (ed è qualcosa che puoi creare fisicamente o digitalmente – non parlerò di come farlo qui perché ci sono circa 12 milioni di video di YouTube e post di blog là fuori, quindi direi che l’argomento è stato trattato abbastanza bene!). Andando avanti, il mio prossimo punto è…

Rendi l’impostazione delle intenzioni una pratica quotidiana e, come ho detto prima, ora faccio il mio ogni mattina come parte della mia routine di risveglio, e ho scoperto che fa un’enorme differenza in termini di come scelgo di affrontare la giornata e le scelte che faccio. Non è una scienza esatta e probabilmente ti lascerai andare durante il percorso, ma quando ciò accade sii paziente con te stesso e sforzati di imparare dai tuoi errori, perché è così che cresci. E parlando di crescita, il mio prossimo punto è…

Rivedi i tuoi progressi e perfezionali se necessario, perché ho già menzionato un po’ di tempo fa in questo episodio che questa non è solo una cosa “imposta e dimentica” che fai una volta e poi è tutto finito; ci vorrà tempo, impegno e perseveranza e parte di ciò comporta la revisione di ciò che funziona e ciò che non va in modo da poter apportare le modifiche necessarie. Inoltre ti incoraggio a ricordare che le circostanze cambiano, che si tratti delle tue circostanze o solo del mondo in generale, quindi le tue intenzioni e i tuoi piani devono cambiare di conseguenza (e se hai bisogno di aiuto con la pianificazione, ho trattato quell’argomento nell’episodio 113) . E questo porta al mio prossimo punto…

Richiedi supporto se ne hai bisogno – e lo dico principalmente perché il supporto, in generale, è sempre meglio che non avere nessun supporto (perché non devi affrontare le sfide da solo, e nemmeno dovresti), tuttavia questo è particolarmente rilevante se stai lottando per far combaciare le tue intenzioni con le tue azioni; a volte il gioco si fa duro, ed è allora che i duri richiedono aiuto. Non c’è assolutamente alcuna vergogna nell’ammettere che stai lottando; anzi, direi che chiedere aiuto è probabilmente la cosa più coraggiosa che si possa fare. Se le tue intenzioni sono essere migliore e fare meglio, non è un viaggio che devi affrontare da solo… quindi chiedi supporto.

Riepilogo e chiusura

Perché quando si tratta di intenzioni e salute mentale, tutto si riduce a questo: cosa fai della tua vita e come ti fai strada in questo mondo dipende interamente da te; sono le scelte che fai che daranno forma a ciò che accadrà dopo. Le tue intenzioni aiutano a guidare quelle scelte; quando stabilisci intenzioni che sono in linea con il tipo di persona che vuoi essere e in quale direzione in cui vuoi andare, inizi a fare sempre più scelte che sono in linea con ciò che conta davvero per te. Le intenzioni non sono desideri magici, ma possono aiutarti a fare ed essere quello che vuoi… questo perché le tue intenzioni sono come una mappa stradale che ti guida durante la tua giornata. Quando scegli di essere premuroso e considerevole delle tue intenzioni, puoi iniziare a creare un futuro per te stesso che sembri più autentico e stimolante.

A te la scelta, così come per tutto ciò che riguarda il tuo benessere… quindi, quale scelta farai oggi? 

Ogni settimana mi piace concludere condividendo una citazione sull’argomento della settimana e ti incoraggio a dedicare qualche momento per rifletterci davvero e considerare cosa significa per te. La citazione di questa settimana è dello scrittore Alan Cohen, ed è:

Quando la tua intenzione è chiara, lo è anche il modo.”

Alan Cohen

Va bene… per questa settimana è tutto.

La prossima settimana parlerò di capacità. Chi sei e di cosa sei capace? È una domanda che a volte potremmo farci, ma penso che molti di noi probabilmente non se la pongano abbastanza perché possiamo facilmente lasciarci andare nella nostra zona di comfort. Ma sai cosa succede nelle zone di comfort? Stai comodo. E questo è l’esatto opposto di ciò di cui hai bisogno per crescere! Quindi la prossima volta ti sfiderò a sfruttare maggiormente le tue capacità e ad estenderle in molti modi diversi. Parlerò di cosa sono le capacità (e cosa non sono), perché considerarle con attenzione è importante e come costruire le tue capacità per una migliore salute mentale.

Spero che ti unirai a me per quell’episodio, che uscirà domenica 14 agosto 2022.

Nel frattempo, troverai più contenuti su una migliore salute mentale nel mio libro, Parliamo di salute mentale (volume uno) ; puoi acquistarlo ora in versione cartacea o eBook da Amazon o acquistare l’eBook da Apple Books ed è collegato nella descrizione dell’episodio, oppure visitare il mio sito Web all’indirizzo lettalkaboutmentalhealth.com.au.

Guarda i miei video settimanali su YouTube per ulteriori suggerimenti su una migliore salute mentale, inoltre iscriviti alla mia mailing list per la mia newsletter settimanale gratuita, Thursday Thoughts , dove condivido una rapida dose di ispirazione (e sono tutti collegati nella descrizione dell’episodio).

E se trovi i miei contenuti utili, mi piacerebbe se ti unissi a me su Patreon, dove offro vantaggi esclusivi per i miei sostenitori. Inoltre puoi trovarmi su Instagram @ltamentalhealth e salutarmi!

Grazie mille per esserti unito a me oggi. Prenditi cura di te stesso e fai uno sforzo consapevole per condividere positività e gentilezza nel mondo, perché riavrai ciò che hai messo fuori. Abbi cura di te e alla prossima!

Jeremy 🙂

Let’s Talk About Mental Health è un programma indipendente prodotto con orgoglio da Reconnaissance Media, che ti aiuta a trovare significato e gratitudine. Per ulteriori informazioni, visitare reconnaissancemedia.com

Let’s Talk About Mental Health. © 2022 Jeremy Godwin.

Le informazioni fornite in questo episodio sono di conoscenza generale sull’argomento e non costituiscono un consiglio. Dovresti consultare un medico e/o un professionista della salute mentale se hai problemi con la tua salute mentale e il tuo benessere. Troverai ulteriori informazioni nella pagina Risorse di questo sito web.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.